Casa dolce casa

studio fattoria

In Storie di Querciantica ho scelto di attribuire alla natura il ruolo di protagonista assoluta e di dedicare uno spazio limitato all’uomo, che compare in modo stranamente discreto per gli standard della nostra specie. Una sola persona, infatti, vive tra i boschi di Querciantica ed è l’anziano e mite fattore, che rispetta i bestiali vicini di casa e offre ospitalità al gatto Edgar e al barbagianni Cuorbianco nella sua dimora, situata “là dove il ruscello piegava il suo corso in una dolce curva”.
La soffitta della fattoria è dettagliatamente rappresentata nelle illustrazioni dei racconti. Oltre al saggio rapace, accoglie mobili vetusti, numerosi testi polverosi, il baule dei libri preziosi e qualche topolino di campagna.
L’esterno invece lo si scorge nelle tavole autunnali di Marina, che ha attinto dalla mia immaginazione e dai miei ricordi di viaggio per dipingere un’abitazione inserita con grazia tra alberi e prati, nei pressi dell’ansa del ruscello.
Come promesso, ecco gli studi preparatori della fattoria e del fienile, che regalano nuovi particolari a una casa che sa di Alsazia, Foresta Nera, Normandia: luoghi che ho visitato qualche anno prima di dare vita alle mie storie e che mi hanno affascinato non solo per la natura avvolgente, ma anche per i piccoli villaggi pittoreschi, ricchi di tradizione e in armonia con il territorio. E popolati da splendide cicogne (una di loro ama trascorrere la bella stagione tra le colline di Querciantica).

studio fattoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...